Lycée Léonard de Vinci - Amboise

disciplines

Il ritorno dell’orto

Vous êtes ici : Disciplines > Langues > Italien > Il ritorno dell’orto

Sentimento ecologico, crisi economica, volontà di mangiare più sano, tutti gli ingredienti sono riuniti per il ritorno dell’orto in Francia.

   

Il ritorno dell’orto

 

Le mentalità cambiano.

Prima, chi sentiva parlare dell’orto, immaginava campagna, contadini, tempo libero per gli anziani. Era piuttosto una tendenza del dopo-guerra. Oggi, le mentalità cambiano ! Sempre più francesi hanno un orto. Anziani o giovani, in città o in campagna, l’orto è di « moda ». Un'indagine, fatta dalla marca Gamm Vert nel Gennaio 2011, conferma la tendenza, il 31 per cento dei francesi ha un orto. Gli altri sognano di averne uno !

Guardiamo da più vicino le ragioni per le quali l'orto è di ritorno.

Con l'inflazione dei prezzi, alcuni francesi hanno voluto trovare una soluzione per mangiare meno caro. Così, coltivare a domicilio permette di avere la propria verdura e andare meno al supermercato.

Il vantaggio molto importante di coltivare a casa propria è il fatto di conoscere i prodotti. Si sa da dove vengono e come sono, senza sostanze chimiche. Con questo, si mangia molto più sano. In più, si contribuisce a diminuire l'uso degli imballaggi, cartone o borse di plastica. Due buoni punti per il nostro spirito ambientalista.

Questi vantaggi si aggiungono alla felicità di avere un bell'orto con molte verdura da raccogliere. E è anche un bel momento da passare con la propria famiglia o i propri amici.

Un po' di aiuto

Per aiutarvi con un orto, molto siti internet parlano di questo argomento e danno dei consigli. Ci sono anche le trasmissioni televisive (« Top Chef » ; « Un dîner presque parfait »...) che spesso si dedicano alla cucina di qualità con dei prodotti locali. E l'orto diventa redditizio se si trova il tempo di occuparsene con amore.

E quelli che non hanno il pollice verde ?

Per quelli che non hanno il pollice verde o che non possono avere un orto perché non hanno un giardino per esempio, esistono delle soluzioni.

L'AMAP, associazione tra principalmente cittadini e agricoltori offre l'opportunità di mangiare sano : un contadino recapita a domicilio o in luogo vicino, dei cestini con parecchi ortaggi differenti. Il prezzo è conveniente (tra 10 e 15 euro un cestino) e si possono incontrare delle persone, si può parlare di verdura e frutta o di altre cose. Così, l'AMAP aiuta a sviluppare il commercio equo e solidale e l'agricoltura contadina. ( Fonti : « le Monde »)

Un'altra possibilità di mangiare sano è frequentare i negozi « bio » (il 31 per cento dei francesi compra in questi negozi) o andare nelle fattorie (il 24% dei francesi, fonti : « Ca m'interesse », febbraio 2011.) Ma oggi, il biologico concerne solamente il 2,5 per cento del terreno agricolo, la Francia viene ben dopo l'Italia per esempio (il 20 per cento del terreno).



 

Malgrado tutto questo, l'orto e la coltura biologica sembrano avere un bel futuro e i supermercati sembrano minacciati. I francesi vogliono mangiare più sano e diversamente pensando anche all'ambiente.



 

Bibaud Mélody, Terminale L LV2, 14/03/2011

Notre actu

09 septembre 2022

BIA

Lire la suite {+}

09 septembre 2022

BIA

Lire la suite {+}

09 juin 2021

Option Histoire de l'ART (HIDA)

Lire la suite {+}

plus d'actus